Riduciamo e ottimizziamo i tempi delle nostre attività

Scaricare, installare e utilizzare i driver ODBC per IBM i

Lo sai che con il driver ODBC per i sistemi IBM i, puoi gestire e analizzare i dati dei sistemi AS/400 usando programmi free windows oppure sviluppando codice .Net, Java, PHP, perl, python, e molto altro?

Questa volta vediamo come fare per trovare, scaricare, installare e usare, sul nostro PC windows, questi utilissimi driver. A fondo articolo troverete anche un video che descrive visivamente i vari passaggi.

Ecco come fare e avrai tutto quello che ti serve in un attimo

I passi da fare

  • vai al sito https://www.ibm.com/support/pages/node/633843
  • click su Downloads for IBM i Access Client Solutions
  • Se non hai un login registrati prima al sito IBM creando un tuo IBMid e poi riaprti dal punto 1
  • Se hai un login entra nel sito
  • Scegli in che modo IBM potrà contattarti (email, telefono, mail cartacea)
  • Leggi e accetta i termini del licensing e poi clicca su "I confirm"
  • Seleziona dall'elenco la voce ACS Windows App Pkg English (64 bit) e clicca su download
  • Estrai lo zip che ti è stato scaricato
  • Vai nella cartella Image64a ed esegui setup.exe come amministratore
  • Attendi la fine dell'installazione
  • Crea un ODBC sul PC o server windows su cui sei. Troverai ora i driver Client Access ODBC Driver e IBM i Access ODBC Driver. Scegli uno o l'altro
  • Per creare un ODBC esegui da PC il comando ODBCAD32 a 32 bit o 64 bit. La scelta dipende dal programma che lo dovrà usare. Se è un programma a 32 bit allora potrà usare solo ODBC a 32 bit
  • Nella scheda ODBC mettere: nome, IP e, nelle Conversions, selezionare convert binary data ...
  • Ok, OK e l'odbc è creato

    Ora potrai usarlo con vari programmi di gestione database che usano l'odbc oppure dal tuo codice di sviluppo

    Ecco un video che, con un esempio, descrive tutti i passaggi e anche il suo utilizzo con un client per Database
    Marco Moret Monitoring Project Manager presso Soluzioni EDP, gruppo smeup
     Puoi trovare l'articolo anche su LinkedIn


  • facebook